Ubuntu come studio di registrazione –Ultima Parte–

FST: VST SU LINUX

Per far suonare i midi ed i Soundfonts su Ubuntu vi consiglio questa bellissima guida di Melchiorre’s Blog.
Invece che ne dite di provare un pò di Vst su Ubuntu?
(Vi ricordo che ne esistono molti gratuiti che potete scaricare tranquillamente da internet, per esempio da qui…)

FST è un programma che usa Wine, Jack e i VST SDK della Steinberg per abilitare alcuni plugin Vst in Linux.

Cominciamo col scaricare Wine e le dipendenze tramite terminale:

sudo apt-get install wine wine-dev lashd liblash-dev libgtk2.0-dev

e, se la compilazione successiva desse problemi..

sudo apt-get install -y scons libtool pkg-config gettext libjack-dev
libasound2-dev qjackctl libxml2-dev libsamplerate-dev libraptor-dev
liblrdf-dev libgnomecanvas2-dev libboost-dev liblo-dev libglib-dev
libgtkmm-dev libsndfile-dev wine-dev automake

Jack lo conosciamo bene e dovrebbe essere installato, giusto?

Ecco quello di cui abbiamo bisogno:

  1. VST’SDK
  2. FST

Estraiamo il tar.gz di FST,
Scompattiamo l’ SDK della Steinberg nella directory di FST
Apriamo il terminale, rechiamoci dove si trova la cartella
(nel mio caso è nella Home)

cd /home/utente/fst-1.8

digitiamo

make

In caso di un errore di compilazione di questo tipo:

$ winegcc: gcc-3.4 failed

digitate

$ sudo apt-get install gcc-3.4

Se tutto è andato a buon fine dovrebbe essersi creato un file chiamto fst.exe.so

Adesso copiamolo in /usr/bin/

sudo cp fst fst.exe.so /usr/bin/

Avviamo Jack; se lash non si avvia automaticamente (controlliamolo dal monitor di sistema) avviamolo da terminale e successivamente avviamo Jack.
Vi consiglio di creare un lanciatore cosicchè possiate cliccare su lashd per farlo partire :

tasto destro sul desktop–>crea lanciatore–>nome e comando–>lashd

Adesso testiamo il nostro Vst da terminale:

fst vst.dll

Vi dò un altro consiglio:

Cliccate col tasto destro il vostro .dll—> proprietà—> apri con—> aggiungi—>usare un comando personalizzato

digitate fst

Adesso, cliccando col tasto destro su un vst con estensione .dll dovrebbe darvi l’opzione “apri con fst”.

Possiamo collegare tramite jack i nostri VST con Rosegarden e con tutto quello che vogliamo…

Mi raccomando, colleghi musicisti, fatemi sapere!!!

Annunci

30 risposte a “Ubuntu come studio di registrazione –Ultima Parte–

  1. grazie mille lowrence!!! te non puoi capire che “mondo” mi hai aperto leggendo queste pagine!!
    Aspetto con impazienza di installare la 8.4 e imposterò il mio portatile prima e quello dalla “stanzina” (stanza in affitto con funzionalità primaria musicale poi…. vabbè… si sa…) poi per vedere di registrare utilizzando linux!

    A proposito sono nuovissimo nel mondo dell’open source eventualmente mi potresti dare una mano se ho qualche complicazione??

    😉

    buona musica!!

  2. conplimenti per il servizio “gratuito” che virgoletto perchè in realtà ha un costo , come tutto. Meno male che esiste gente come te che sa regalare. Grazie.

  3. Ciao, credo che il link per scaricare VST’SDK sia datato. Non è che potresti segnalare link alternativi? Grazie e complimenti per l’ottima guida.

  4. Ciao a tutti! Sono Giuseppe e scrivo da Roma. Volevo chiedervi un’informazione: ho un computer portatile su cui gira Ubuntu con kernel RT, e sarei interessato all’acquisto di materiale hardware per uno studiolo di Home Recording. Il sito http://www.strumentimusicali.net riporta che le uniche schede audio compatibili con Linux sono quelle PCI: è vero? Se si, come possono collegarsi al portatile? Oppure se no, cosa mi consigliate di acquistare intorno ai 200-250 euro? Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità!

  5. Ciao Giuseppe.
    Le schede audio compatibili con Linux sono sia pci che usb.
    Le prime si inseriscono nel computer grazie all’apposito slot dietro il case del pc, le seconde attraverso l’entrata usb.
    Per quanto riguarda le scelte cerca un pò su google…non saprei che tipo di scheda audio consigliarti!

  6. Ciao!!

    Ho seguito le tue istruzioni con “fst-1.8.tar.gz” e “vst_sdk2_4_rev2.zip” (e prima con “vstsdk3.zip”) ma, al momento del comando make, il terminale mi da:

    cp -a `find . | grep ‘vstsdk[^/]*\$’`/source/common ./vst
    cp: impossibile fare stat di `/source/common’: Nessun file o directory
    make: *** [hackheaders] Error 1

    Puoi darmi una mano?

    Grazie mille!!!

  7. Ciao Ale, prima di tutto dovresti estrarre la cartella vst 2.3 nella root di quella fst, dopo di che fai attenzione a quello che ti dice il terminale sulle dipendenze mancanti..a volte manca il gcc.

  8. Ciao, complimenti per l’ottima guida, sono interessatissimo a fare musica su ubuntu, ma nonostante c’abbia provato in vari modi mi sono arreso un pò di tempo fa 😦 ora però leggendo questa guida mi è venuta voglia di riprovare 😀 e volevo chiederti un paio di consigli. Innanzitutto ho bisogno di registrare soltanto chitarra e basso, semplicemente microfonando l’ampli, piu ovviamente l’uso di una drum machine, quindi non usando sintetizzatori o simili servono lo stesso i midi, i vst e i vari sound font?E poi avendo una creative sound blaster esterna che proprio le ho provate tutte ma di rilevare il microfono non ne vuole proprio sapere, posso utilizzare lo stesso senza problemi la scheda interna, una realtkek alc 662?ovviamente non aspiro ad un registrazione professionale, quindi volevo soltanto sapere se da problemi di compatibilità con l’rt visto che l’ultima volta che ci provai mi andava ogni poco in crash :S Gazie in anticipo per le risposte

  9. Ciao Decomposer, grazie per i complimenti!
    Premetto che, per comporre e creare abbozzi dei brani per la mia band, uso la scheda audio interna del mio notebook: una realtek.
    Per quanto riguarda le drum machine ti consiglio l’ottima Hydrogen, che trovi nei repository di Ubuntu (con gli annessi banchi).

    Per quanto riguarda il realtime purtroppo devi provare da te configurando jack…ti consiglio di deflaggare il realtime…certe volte è meglio senza (ovviamente se non c’è troppa latenza!!)

    Non penso ci siano problemi con la Realtek!

    Spero di aver risposto a tutte le tue domande e di averti aiutato…fammi sapere se hai ancora bisogno!!

  10. Perfetto sembra andare tutto per il meglio, anche se devo ancora provare tutto per bene, ma sai se per caso esistono programmi che simulano una pedaliera per chitarra?Tipo non so qualcosa che mi faccia creare distorsioni, delay e effetti vari?

  11. Ciao, veramente complimenti per come usi Ubuntu…
    Spiegami una cosa, tu come fai a suonarci live? Come colleghi la tua tastiera al pc? Poi usi il pc come un expander in pratica?

    • Grazie mille per i complimenti!!
      Ti spiego in due parole come mi esibisco: collego la tastiera tramite usb alla mia “Ubuntu-Box”, accendo Jack e tramite Jeskola Buzz (adesso Reaper) seleziono il vst desiderato.
      Ad esempio posso usare organi, pianoforti, archi, synth, arpeggiatori…..(vst permettendo!!)
      Si, uso il pc proprio come un expander!!

  12. Più o meno ho capito, mi resta ancora da capire qualcosa di “oscuro”…
    Innanzi tutto, come la colleghi fisicamente la tastiera? Io ho una Roland RD-300 SX equipaggiata con uscite midi e anche una USB, ma non ho ben capito a che serve. Inoltre, Jeskola tramite Jack rileva la tastiera collegata e suona secondo quanto gli comanda la mia Roland col timbro che io scelgo? Infine, cos’è Ubuntu-Box? Una distribuzione?

    Scusa la mia lagna, mi approfitto della tua generosità.

  13. Non ti scusar di niente! Ci mancherebbe! Mi fa piacere il tuo interessamento.
    Anche io ho una Roland, una EM-2000, ma la uso proprio come una tastiera normale. Quella che collego al pc e’ una tastiera midi, che funziona appunto solamente con un computer. Costa all’incirca un centinaio di euro.
    Jeskola Buzz e’ un vsthost, ossia un programma che serve solamente a caricare i vst (gli strumenti virtuali e suoni). Quindi se hai un vst di pianoforte, con la tastiera midi, suonerai un bel pianoforte a coda (dipende se il vst simula a perfezione un grand piano!)
    In breve: non si puo’ paragonare una tastiera normale con una midi connessa al pc: quest’ultima e’ molto piu’ completa!
    E comunque si’:Jeskola tramite Jack rileva la tastiera collegata e suona col timbro che tu scegli.
    Ubuntu-box non e’ una distribuzione!
    E’ come chiamo il mio notebook con Ubuntu!
    Se hai altri dubbi ti consiglio di approfittare della mia generosita’!! 😉

  14. Ora ho tutto molto chiaro!
    Tu pensi che con i VST si possano ottenere suoni di grancoda migliori di quelli della Roland?
    Comunque è proprio una figata, appena ho tempo cerco di far funzionare tutto!
    Quindi per ora evito di approfittare ulteriormente e ti ringrazio tanto!!

  15. ciao lowrence posso dire che sei il mio mito
    grazie di cuore per tutte le dritte
    adesso non mi resta che cercare di far partire questa maledetta scheda audio
    … è la emu 0404…tu per casohai qualkeinfo ????
    cmq sei un mito

    • Grazie dei complimenti..ma mito mi sembra trooppo esagerato!!!!…forse!! 😉
      Senti, per la tua scheda audio prova a dare un’occhiata qui o cmq chiedi sul forum….là si che ci sono veri miti!!!
      A presto!!

  16. Complimenti per la guida!

    anch’io ho il problema dell’installazione di FST e dell’SDK di VST.

    L’errore che ottengo è

    alberto@mina:/media/Downloads/Linux/audio/temp1$ make
    cp -a `find . | grep ‘vstsdk[^/]*\$’`/source/common ./vst
    cp: l’obiettivo “./vst” non è una directory
    make: *** [hackheaders] Errore 1

    Ho provato sia on la versione 3.0 che con la 2.3 di VSTSDK.

    Immagino sia un problema di cartelle e sottocartelle e relativi nomi:
    nel senso che quando scompatto il file .zip di VSTSDK ottengo un’altra directory che si chiama come il file zippato che poi all’interno contiene tutte le altre cartelle.

    Perdona l’ignoranza (tra l’altro sono un novizio di linux, prima usavo CakeWalk su WinXP) ma non ho capito se devo copiare la cartella VSTSDK nella directory di FST oppure il contenuto (cioè tutte le cartelle all’interno di VSTSDK) nella directory di FST (le varie beos, doc, mac, resource, sgi, source, win).

    Grazie ed ancora complimenti!

    • Ciao lorence come vedo è da un pò che nessuno risponde quì!!!!
      Comunque ho lo stesso problema di Alberto e non sò dove possa essere il problema.
      Aspetto news e complimenti per il blog. 🙂

  17. Ragazzi, secondo me conviene che installate direttamente Reaper (stile cubase e cakewalk). In automatico potrete usare tutti i vst che volete. Date un occhiata all’ultima parte di questa guida e successivamente quella di Reaper…

  18. ciao lowrence. io uso ubuntu da ormai molto tempo e sono abbastanza pratico ( e non lo cambierei per nulla al mondo!)
    avevo già tentato qualche tempo fa di usare quei programmi di musica (tipo ardour e rosegarden) ma non ho mai capito come funzionassero ne che utilità avessero.

    da ormai 3 anni suono in un gruppo rock e siamo in 7 e vorrei provare a fare delle registrazioni portando il mio bel pc con ubuntu… solo che non so come fare.

    cioè so che bisogna prendere una scheda audio (con almeno 5/6 ingressi penso) solo che io non sono esperto e non so quali siano compatibili con linux e come usarli con i programmi che hai descritto.

    ti ringrazio intanto della guida, ti ringrazio perchè hai fatto capire al mondo che non c’è solo windows, ma che linux (e ubuntu in particolare) ha delle potenzialità che devono venire fuori!

    grazie mille!

    giacomo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...