Ubuntu come studio di registrazione –3°Parte–

Creiamo la nostra Digital Audio Workstation

Abbiamo installato il kernel low-latency, abbiamo installato e configurato il nostro server audio (Jack) ed adesso?
Non ci resta che selezionare ed installare i programmi che più ci interessano e necessitano.

Partiamo dalla drum-machine per eccellenza:

HYDROGEN

“Hydrogen e’ un sintetizzatore software in grado di essere utilizzato sia singolarmente, emulando una drum machine basata su pattern, sia come synth comandato via midi da una tastiera esterna o da un sequencer software”.

Grazie ad hydrogen sarete in grado di crearvi il vostro loop o la traccia intera di batteria.
L’utilizzo è molto semplice: premendo i tasti della tastiera del computer (z,x,c,v,b,n,m…etc), attraverso Vkeybd (di cui parlerò più avanti) o con una tastiera muta registrerete mentre suonate o, in alternativa, potete crearvi il vostro pattern con il mouse…

LMMS

“LMMS combina le funzioni di un sequencer con quelle di sintetizzatori, sampler arranging, effetti ecc, in un’interfaccia moderna, user-friendy e di semplice utilizzo”

Alternativa open a Magix Music Maker e Fruity Loops per Windows, “Linux Multimedia Studio” (Lmms) contiene tante funzioni indicate soprattutto per la musica elettronica, ma non solo…
Addirittura è possibile sfruttare direttamente alcuni Vst in modo nativo (per far girare i Vst su Linux vedremo successivamente).
Sicuramente da provare!!

Ardour

” Ardour è una workstation audio digitale software. Il programma può essere utilizzato per registrare, editare e missare tracce audio in multi-traccia.Il progetto si pone come alternativa a programmi noti (e a pagamento) come ProTools, Nuendo, Cubase SX, Digital Performer, Samplitude o Sequoia.”

Tra le caratteristiche abbiamo la possibilità di usare i Vst (questa volta emulati con Wine), il supporto “infinito” di undo/redo,l’ automazione, etc……

Una delle migliori applicazioni musicali…

ROSEGARDEN

Rosegarden permette la composizione di brani musicali, la visualizzazione sotto forma di spartito e la conversione di quest’ultimi in MIDI files. È stato progettato come clone open source di Cubase.”

Il giardino delle rose è uno dei programmi che più preferisco poichè, con una semplicità assurda, riesce a farmi comporre i miei brani, farmeli salvare in midi ed interfacciare praticamente tutto!

Ma senza tastiera midi come facciamo a suonare?

Ih, Ih, ih!!!

VIRTUAL KEYBOARD (VKEYBD)

Vkeybd è una tastiera virtuale che emula una tastiera midi su Linux.
Si possono impostare le ottave desiderate e si può interfacciare praticamente con tutti i programmi che necessitano di un controller midi esterno. Utile!

TIMEMACHINE

Con TimeMachine basta soltanto un click del mouse per poter registrare dal vivo tutto quello che vogliamo.
Programma privo di opzioni, basta collegarlo tramite jack all’applicazione desiderata o allo strumento che vogliamo registrare ed in men che non si dica abbiamo il file audio pronto!
Attenzione: di default registra in un formato audio non proprio universale. Per fare in modo che registri automaticamente in wave basta lanciarlo come: timemachine -f wav

JAMIN

“Alternativa Open Source a T-Racks è JAMin, software completo per il restauro e mastering audiofonico. Comprende un compressore multibanda, equalizzatori a 30 bande e un maximizer, che serve a massimizzare il volume del mix.”

Tutti questi bei programmini li trovate già integrati nei repository di Ubuntu ad eccezione di LMMS che potete scaricare da qui (versione 0.3.1 – 32 bit).

Sito ufficiale qui

Altri software da provare:

  • seq24 (Sequencer)
  • Audacity/Rezound (Editor Audio)
  • AMSynth/OM (Software Synth)
  • Timidity (Emulazione software MIDI)
  • Muse (Sequencer avanzato)
  • GTick (Metronomo)
  • GtkGuitune (Accordatore Software)
  • GWC (Wave Cleaner)

Prossima puntata…molto calda….

Annunci

10 risposte a “Ubuntu come studio di registrazione –3°Parte–

    • I file audio risiedono nella cartella “interchange” del progetto che hai creato. Per esportare tutta la composizione devi andare su “Sessione –> Esporta”.
      Mi sembra strano che tu non possa sentire i wav. Se clicchi su di essi mentre sei con Jack credo che sia normale…se no credo che tu abbia qualche problema!

  1. Ciao, anche io sono un tastierista, sono passato da poco a questo tipo di softsynth. Vorrei farti un paio di domande:

    1, Io su windows uso il programma Ableton Live, che però mi da dei problemi di latenza audio, che mi infastidiscono notevolmente; il programma però è bellissimo. La cosa in particolare che mi piace è che ci sono tantissimi sintetizzatori integrati che puoi mescolare in modo integrato e dividerli in set di effetti intercambiabili live con la pressione di un bottone.

    È possibile fare una cosa del genere con uno dei software da te elencati?
    Su Ubuntu la latenza è DAVVERO minore di windows se si usa il kernel indicato da te?
    Siccome tutti i sinth che uso sono integrati al programma, mi consiglieresti dei VST da utilizzare per: sintesi a modulazione di frequenza, sintesi a campionamento, e in particolare sintesi del suono dei violini e di altri strumenti orchestrali?

    • Ciao collega! Prima di tutto ripeto che effetivamente la latenza su Ubuntu è minore (ma dipende anche dalla scheda audio imho).
      Per usare Abletone Live ti passo il link di winehq e decidi tu stesso se lo puoi usare in Ubuntu.
      Io ultimamente utilizzo Reaper e, ora come ora, non lo cambierei con nessun altro editor! Non so se la funziona da te indicata è inclusa…dovresti provare!
      I migliori software synth sono: Synth1, Spectrasonic Atmospere, Ik Multimedia Moog, Native Instruments Fm8.
      Per quanto riguarda i violini e l’orchestra..senza dubbio: Ik Multimedia Philarmonik Orkestra!!!
      Come avrai notato sono tutti programmi a pagamento…Quindi fai tu!

      Spero che abbia risposto a ogni tua domanda…
      Sono a tua completa disposizione!!

  2. Ciao, ho trovato molto utile la tua guida .Non riesco tuttavia a collegare i vst con nessun programma. Poichè in Rack Control vst compare come writable solo nella tab midi che purtroppo nn presenta sorgente redeable. E’ normale? Devo usare qualche programma diverso?…HELP !!!

    Grazie della guida. Se potrai rispondermi te ne sarei estremamente grato!

  3. Intanto grazie per la disponibilità. Mi spiego meglio :
    Ho una tastiera e mediante un cavo usb/midi sono riuscito gia a far suonare la tastiera con i soundfonts.
    Ora vorrei provare a usare qualche plugin vst.
    Allora ho compilato l’ultima versione di fst da git e ho provato a lanciare qualche vst e si apre. Ora vorrei riuscire a collegare il plug-in a qualche programma in modo da poterlo suonare con la tastiera. Il Problema è che nel pannello di controllo di Jack esso compare come writable solo nella tab MIDI. Ma nella tab MIDi non è presente nessuna fonte redeable. Quindi non so come collegarlo.

    Spero di essermi spiegato…:)
    Grazie mille

    • Lo avevo intuito che parlavi di jack, ma volevo esserne sicuro!
      In poche parole nella tab midi dovrebbero comparirti anche gli fst. Mi sembra di ricordare che sulla destra appaiano la tastiera e sulla sinistra i vst.
      Se questo non dovesse funzionare ti consiglio di scaricare gratuitamente Reaper…semplifica la vita in modo semplice.
      Dovresti però installare le wineasio!
      Se hai ancora problemi….domanda!!
      Ciao!

  4. Ciao, sono sempre io..sono riuscito a far suonare i vst con la mia tastiera ma solo su un kernel standard. Quando provo a lanciare ubuntu con kernel-rt si blocca pochi secondi dopio l’avvio.Ho settato gli rlimits come indichi nella guida.
    Secondo te da cosa dipende???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...